12 Marzo 2011

Comunicati

In comunicati on 26/02/2011 at 18:22

Comunicato 10 marzo 2001
I pass per stampa ed ospiti si possono ritirare in piazza del Popolo, area attigua al palco sotto il cartello giallo “ACCREDITI”) a partire dalle h. 13:30

Comunicato 9 marzo 2001
Adesioni a gogò per la manifestazione del 12 marzo

Comunicato 8 marzo 2011
12 marzo per la Costituzione  – presentata oggi la scaletta degli ospiti e gli eventi

Comunicato 2 marzo 2011

Vi invitiamo a scaricare e stampare questa immagine e a portarla con voi il 12 marzo alla manifestazione!


********************

Comunicato 27 febbraio 2011

Il 12 in piazza. Giulietti, Art. 21: “Sì a Franceschini e a tutti coloro che lo chiedono. La scuola pubblica la si difende difendendo la Costituzione. Il 12 marzo con la Costituzione difendiamo anche la scuola pubblica”.

“L’assalto di Berlusconi alla scuola pubblica è un altro colpo alla Costituzione e al principio di uguaglianza. Dario Franceschini ha proposto una grande giornata unitaria senza bandiere di partito e non vi è dubbio che la giornata unitaria del 12 marzo “A difesa della Costituzione” potrà e dovrà mettere al centro dell’attenzione la difesa della scuola pubblica che è parte essenziale della Carta”. – ad affermarlo è Giuseppe Giulietti, a nome del Comitato promotore della manifestazione del 12 marzo –  “Sulla difesa della scuola pubblica dagli ultimi attacchi del Premier c’è trasversalità e volontà di difesa comune. Le dichiarazioni che vanno da Italo Bocchino a Nichi Vendola, da Antonio Di Pietro alla Federazione della sinistra e di tante associazioni di diverso orientamento politico, vanno nello stesso senso. Dopo avere minacciato giudici e giornalisti, ora vorrebbero imbavagliare professori, studenti e famiglie; ormai è un delirio – conclude Giulietti –  che va arrestato, mettendo insieme, sotto i simboli del tricolore e della Costituzione, chiunque abbia a cuore la legalità repubblicana”. Per info: 392 5082113


Annunci
  1. Questo parlamento ormai si basa sulla compravendita dei parlamentari: significa che i partiti che non possono permettersi di comprare deputati e senatori a colpi di 500.000 euri l’uno, non possono più esercitare le loro funzioni democratiche.
    Poiché tutti i partiti, tranne quello del tiranno, sono impossibilitati ad esercitare le loro funzioni, il parlamento è completamente delegittimato e svuotato del suo scopo principale.
    Quindi le opposizioni non hanno altra scelta che dimettersi, facendo presente al Presidente della Repubblica la condizione di completa delegittimazione del parlamento.
    In caso contrario si continua a tenere in vita un cancro, che ha ormai divorato quel poco di democrazia che ancora restava in questo paese.
    Questa semplice richiesta deve essere inoltrata a tutti i partiti dell’opposizione, dal maggior numero di persone possibile!

    • Concordo sia sulla difesa dei valori della costituzione sia sulla delegittimazione di questo parlamento di nominati.Questa classe politica di destra e di sinistra non ha ne la competenza ne la statura morale ne l’esperienza di sofferenza accumulata durante il regime fascista e la guerra che avevano i nostri padri costituenti,quindi è meglio che non mettano mano alla carta costituzionale.Questa però è una battaglia difensiva mentre è necessario rilanciare ed essere propositivi,lo svuotamento dei valori della costituzione avviene da anni e che la legge non sia uguale per tutti è una verità che viene ben prima dell’avvento del berlusconismo.Questi parlamentari non sono solo corrotti ma sopratutto ricattabili in quanto corrotti.
      Non ripongo alcuna speranza in loro mentre la sveglia può venire soltanto dalla societa civile che come 30 anni fa è più avanti di loro.

      • Marcello, condivido quanto dici.
        Tuttavia, proprio per continuare ad affermare il valore della costituzione e del parlamento, occorre continuare a ricordare ai parlamentari il loro dovere.
        Dare per scontato che siano tutti irrecuperabili, come atto politico, equivale a gettar via sia la costituzione sia il parlamento.
        Richiamarli costantemente alla loro responsabilità non significa delegare loro i doveri che la società civile ha, in questa fase tragicomica e vergognosa della storia.
        E’ evidente che senza la mobilitazione continua e generale non c’è alcuna denuncia nè richiamo alla moralità che possa smuoverli.
        Chi scrive ha vissuto in prima persona il ’68, e sa benissimo che solo la mobilitazione continua e la controinformazione continua sortiscono qualche effetto… pensavamo di aver “già dato”, ma non abbiamo di fronte una vecchiaia serena in riva al mare (mio vecchio sogno di triste abitante della val padana…)

  2. L’articolo 3 della nostra Costituzione pur non parlando specificatamente di noi gay, lesbiche, bisessuali, trans, certamente parla di “condizoni personali” e lo Stato dovrebbe avere il compito di farci rispettare piuttosto che di additarci. Il premier oltre ad aver attaccato la scuola pubblica, ha pesantemente denigrato la minoranza gay e lesbica di questo paese, ci ha offese ed offesi. Mi domando se non sarebbe il caso di dedicare la difesa della Costituzione anche alla difesa di gay e lesbiche, alla difesa dell’articolo 3. A Prato nella piattaforma verrà incluso anche questo, perchè non anche a livello nazionale?

  3. SONO D’ACCORDO CON EMANUELE… NELLA MANIFESTAZIONE SI DOVREBBE PRENDERE POSIZIONE ANCHE RISPETTO A QUESTO ARGOMENTO.
    Sappiamo bene che la questione è complicata, che molte forze politiche non prendono posizione, ma è il momento di affermare con chiarezza quello che dice la costituzione e ripartire da lì, senza se e senza ma, senza sinistra e senza destra…
    Ci sono valori, come il rispetto dei diritti delle persone, che vanno al di là delle posizioni politiche.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: